.
Annunci online

2 giugno 2008
Ostraka

Ostraka (o Ostraca) è un termine che indica i frammenti di vasellame di terracotta usati anticamente come supporto scrittorio. Tra le altre cose venivano utilizzati dai cittadini ateniesi per le votazioni di ostracismo, nuova istituzione introdotta dall'arconte Clistene per evitare ogni possibile ritorno della tirannide.

La parola in effetti deriva dal greco ostrakon il cui vero significato è conchiglia. Successivamente con tale termine, ed in senso figurato, si è indicato il frammento di terracotta sul quale veniva vergato il nome di colui che l'assemblea popolare, con la presenza di almeno 6000 cittadini, condannava all'esilio per cinque o dieci anni, in quanto sospettato di aspirare alla supremazia politica.



Un ostrakon recante il nome di Temistocle, lo stratega ateniese ostracizzato qualche anno dopo lo storico successo nella Battaglia di Salamina

(Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.)



 




permalink | inviato da Aperouge il 2/6/2008 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
11 febbraio 2008
Vuoi scrivere per Ostraka ?
Lascia un commento a questo post con
nome, cognome, dove vivi, quanti anni hai, un indirizzo e-mail e su quale delle rubriche indicate a destra vuoi scrivere.
Verrai contattato.

La Redazione



permalink | inviato da Aperouge il 11/2/2008 alle 16:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
diritti
11 febbraio 2008
OSTRAKA, dal 23 marzo
  

HO VISTO


Mi sono distratto un secondo e, quando mi sono guardato di nuovo attorno, ho visto un mondo diverso.

Forse era sempre stato così e sono io che sono diverso, ma ho visto cose di cui non mi ero mai reso conto.

Ho visto l'orizzonte avvicinarsi sempre di più, fino a poter guardare oltre, e mi sono accorto che i bagliori che vedevo non erano il tramonto, ma le fiamme che consumavano il futuro.

Ho visto chi ha capito cercare di spiegarmi perchè non avevo capito tutte le volte che non facevo quello che mi diceva.

Ho visto individui che mi spiegavano il futuro e, quando il futuro arrivava, li ho visti cambiare il passato per non avere torto.

Ho visto la verità strangolata dalla verità, soffocata da altra verità, nascosta nella verità e presentata come una menzogna.

Ho visto i mille colori dell'umanità mischiati nelle fosse comuni della prostituzione e della droga.

Ho visto assassinare bambini che piangevano da star della televisione.

Ho visto governanti vendere Stati convinti che si trattasse di loro proprietà.

Ho visto arcobaleni marciare compatti contro la libertà e la libertà marciare compatta dietro il fuoco di copertura e morire per mano di fuoco amico.

Ho visto politici chiedere un sacrificio alla Nazione, non per sé stessi, ma per i propri privilegi.

Ho visto i privilegi dei politici governare una Nazione.

Ho visto operai morire nel fuoco per una stipendio da fame e poveracci morire affogati per la fame di uno stipendio.

Ho visto i sorrisi di chi può permettersi di comprare tutto e la rabbia di chi non è stato comprato.

Ho visto attori diventare governatori e professori diventare capi di stato e i primi hanno governato meglio dei secondi.

Ho visto le fiamme di Nerone bruciare nuovamente Roma mentre il popolo piangeva disperato perchè non aveva la senape per condire le salsicce alla fiamma.

Ho visto opinioni morire, sommerse da voti e sorrisi di circostanza.

Ho visto stampare miliardi di parole per non dire nulla.

Ho visto zittire avversari in nome della libertà di pensiero.

Ho visto la pietà per gli assassini e l'oblio per le vittime.

Ho visto il fondo, ed era pieno di gente che scavava.

Ho visto e non so più dov'è la realtà...



Ostraka

alla ricerca della realtà

per quanto possa sembrare assurda




permalink | inviato da Aperouge il 11/2/2008 alle 16:30 | Versione per la stampa
sfoglia
  

Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 3951 volte




IL CANNOCCHIALE